FprEN81-41 al voto formale. Ecco le novità

Lo scorso 27 maggio, i membri della Commissione UNI/CT 019, la cosiddetta Commissione Ascensori dell’UNI, sono stati informati dell’avvio dell’apertura del “Formal vote” (voto formale) relativo alla revisione della norma FprEN81-41 - Safety rules for the construction and installation of lifts - Special lifts for the transport of persons and goods - Part 41: Vertical lifting platforms intended for use by persons with impaired mobility.

Si tratta della revisione 2021 della norma per le piattaforme elevatrici per disabili con supporto del carico non completamente chiuso, approvata la prima volta nel 2010.

Il documento FprEN 81-41:2021 è stato preparato dal Comitato Tecnico CEN/TC 10 “Ascensori, scale mobili e marciapiedi mobili”, la cui segreteria è affidata all’AFNOR. Il documento, che in caso di approvazione sostituirà, come detto, la EN 81-41:2010, permetterà di soddisfare i requisiti essenziali di sicurezza della Direttiva europea relativa alle macchine e, per il rapporto con la Direttiva UE, può essere consultato l’Allegato informativo ZA, che è parte integrante del documento.

Tra le altre novità rispetto all’edizione del 2010, si segnalano le seguenti: 

1) Modifica dei sistemi di azionamento previsti dalla norma; in particolare è stato aggiunto il sistema di azionamento elettrico a frizione.

2) Aggiunte le cinghie dentate come mezzi di sospensioni (funi ricoperte non incluse). La cinghia piatta è stata per il momento non contemplata nel campo di applicazione della norma poiché, al momento della revisione il CEN stava (e ancora sta) lavorando sull’argomento a livello di ascensori. In un allegato informativo sono stati comunque inseriti i riferimenti sull’argomento estrapolati dalla norma americana ASME A17-1 per permettere, a chi volesse approfondire la tematica, di avere un documento da cui trarre spunti di riflessione in attesa che il CEN inserisca nella revisione delle EN 81-20:2020 ed EN 81-50:2020 indicazioni più aggiornate.

3) Approfondita revisione dell’Allegato ZA, informativo, che riporta l’elenco dei requisiti essenziali di sicurezza applicabili della direttiva 2006/42/CE e le singole clausole della norma che li soddisfano.

4) Introduzione di dispositivi che permettono di rilevare la presenza (o meno) di persone in cabina al fine di impedire che un comando di chiamata dall’esterno possa far muovere il supporto del carico con manovra universale a pulsanti anche in presenza di persone all’interno del supporto del carico. In questo modo il funzionamento della piattaforma avverrà nel seguente modo:

  • La piattaforma funziona dall’esterno a uomo presente al rilevamento di una persona nel supporto del carico.
  • La piattaforma funzionerà a manovra universale a pulsanti quando nessuna persona viene rilevata nel supporto del carico.
  • I comandi tornano a funzionare a uomo presente in caso di guasto del dispositivo di rilevamento della persona.

5) A proposito di illuminazione del supporto del carico, è stata proposta l’aggiunta della seguente frase relativa all’annoso problema che riguarda se sia possibile o meno mantenere in funzione l’illuminazione: “La piattaforma deve essere continuamente illuminata tranne quando il supporto del carico è parcheggiato e le porte sono chiuse”.

6) Tutti i riferimenti alle vecchie norme EN81-1 e 2 sono stati aggiornati con riferimenti alle norme EN81-20 e 50.

La data di chiusura delle votazioni è prevista per il 22 luglio 2021.

L’auspicio è che questo importante documento venga finalmente approvato e reso disponibile all’industria interessata nella progettazione e realizzazione di piattaforme elevatrici per disabili.

A cura di Marco Marchetti e Paolo Tattoli

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s