ANACAM MAGAZINE - n. 1 gen | mar 2022

Anacam Magazine 1/2022 spedizione in Abb. Post. 70% Filiale di Roma La rivista di informazione e cultura dell’ascensorismo italiano Anno | XXXI • tr imestrale • n. 1 gennaio | marzo 2022 UNI 10411-1 e UNI 10411-2 Analisi e approfondimenti

2 1952 2022 buIlding the future ECCELLENZA CERTIFICATA www.giovenzana.com 26-29 APRILE 2022 | INCONTRACI AD INTERLIFT | | HALL 5 - STAND 5062 | Giovenzana International B.V. festeggia i suoi 70 anni sul mercato. Leader nel la progettazione e real izzazione di soluzioni di sicurezza per l 'automazione industriale, ascensori e scale mobi l i, sistemi di movimentazione e attrezzature per aree pericolose. I nostri prodott i di al ta qual i tà sono conformi al le principal i norme di sicurezza europee e internazional i . Competenza, affidabi l i tà e attenzione al cl iente sono i nostri punt i di forza. La nostra mission è «La sicurezza prima di tutto!» Credi nel la nostra esperienza!

E D I T O R I A L E 5 di Andrea Codebò N U O V E U N I 1 0 4 1 1 - 1 & 2 8 Trent’anni fa la prima norma per la sicurezza e la modernizzazione The first regulation for safety and modernization dates back to thirty years ago di Roberto Corradini A N A L I S I 1 2 UNI 10411: un’analisi delle modifiche più comuni UNI 10411: an examination of the most common changes di Paolo Tattoli VA D E M E C U M 1 8 Una check list per gli ammodernamenti e i preventivi A check list for modernizations and quotations di RC D O M A N D E & R I S P O S T E 2 4 UNI 10411, l’esperto risponde UNI 10411, the expert replies di TLP AV V E R T E N Z E P E R L’ U S O 3 0 Come approcciare le modifiche agli impianti preesistenti How to approach changes to pre-existing lifts di Roberto Corradini P R O D O T T I S U L M E R C AT O 3 4 Controllo del carico / Load checking di Stefano Zucchetti P R O D O T T I S U L M E R C AT O 3 6 Illuminazione di emergenza / Emergency lighting di Giuseppe Sito P R O D O T T I S U L M E R C AT O 3 8 Dispositivo di allarme di emergenza / Emergency alarm device di Stefano Morandi P R O D O T T I S U L M E R C AT O 4 0 Inverter / Inverter di Vittorio Mazzoni P R O D O T T I S U L M E R C AT O 4 4 Freno elettromeccanico / Electromechanical brake di Luigi Monaco P R O D O T T I S U L M E R C AT O 4 6 Le barriere fotoelettriche / Light curtains di Valerio Muzzati P R O D O T T I S U L M E R C AT O 5 0 Dispositivi di fissaggio delle funi alle loro estremità e dispositivi di protezione contro l’eccesso di velocità Fastening devices for the ropes at their ends and protection devices against excess speed di Alessandro Cattelan P R O D O T T I S U L M E R C AT O 5 2 Grembiuli e parapetti / Aprons and parapets di Alessandro Cattelan AT T U A L I Tà 5 4 Prezzi e disponibilità dei componenti: la tempesta perfetta Components price and availability: the perfect storm di Alessandro Cattelan I N C E N T I V I 6 0 Bonus edilizi 2022 e ascensori residenziali tra proroghe e novità 2022 real estate bonuses and extensions and innovations for residential lifts di Luca Incoronato E V E N T O A N A C A M 6 8 Anacam, cinquant’anni di amicizia e di successi Anacam, fifty years of friendship and success di Michele Mazzarda 3 anacam m a g a z i n e Sommario Anno | XXXI • trimestrale • n.1 gennaio | marzo 2022 Proprietà ANACAM Associazione Nazionale Imprese di Costruzione e Manutenzione Ascensori Sede Via Emilia, 47 00187 Roma Tel. / Fax 0642013829 www.anacam.it E-mai: info@anacam.it Testata AnacamMagazine Rivista Trimestrale Registrazione al Tribunale di Roma con Decreto n. 77/92 del 4-02-1992 Direttore Responsabile Annunziata Lo Papa Pubblicità Anacam Service srl Sede Via Emilia, 47 00187 Roma Tel. +39 06 420 13 829 E-mail: magazine@anacam.it Direttore Editoriale Andrea Codebò Comitato di redazione Alessandro Cattelan, Andrea Codebò, Laura Ferrari, Luca Incoronato, Giuseppe Ligorio, Titti Lo Papa, Michele Mazzarda, Alessandra Recchia, Federica Valli Responsabile Comunicazione Michele Mazzarda Responsabile Organizzativo Luca Incoronato Segreteria Organizzativa Laura Ferrari, Federica Valli Realizzato da Generando s.r.l. Sede Via Flaminia, 657 00191 Roma Tel. +39 339 8782774 E-mail: magazine@anacam.it www.generando.eu Stampato da Futura Grafica 70 Srl Via Polia, 37 00178 Roma Tel. 067840474/5 E-mail: info@futuragrafica.com Copyright© 2001 Altri prodotti o società menzionati possono essere marchi registrati dai rispettivi proprietari.

4

anacam magaz ine d i A n d r e a C o d e b ò L’editoriale Editorial by Andrea Codebò p r e s i d e n t e n a z i o n a l e A n a c a m na t i o n a l P r e s i d e n t o f A n a c a m 5 Gli ascensori sono progettati per durare nel tempo, ma non vanno trascurati gli interventi di ammodernamento Lifts are designed to last over time, but modernization should not be neglected Nessuno di noi, o almenomolto pochi, guidano ancora l’auto acquistata vent’anni fa mentre numerosissimi sono coloro che tutti i giorni utilizzano impianti vecchi. Gli ascensori sono progettati e realizzati per durare nel tempo, questo è vero, ma dopo decenni di onorato servizio può essere necessario qualche intervento di ammodernamento. A fine settembre 2021 sono state pubblicate le versioni aggiornate delle norme UNI 10411-1 e 2. È emersa da più parti la necessità di spiegarne le novità rispetto all’edizione precedente. Ecco perché abbiamo deciso di dedicare questo numero di ANACAMMAGAZINE all’edizione 2021 delle due norme. it’s very uncommon to still be driving a car purchased twenty years ago, but old lifts are used every single day. Surely lifts are designed and built to last, but after decades of honourable service some modernization may be required. At the end of September 2021, the updated versions of the UNI 10411-1 and 2 standards were published. Many felt the need for an explanation of the changes compared to the previous edition. This is why we have decided to dedicate this issue of ANACAM MAGAZINE to the 2021 edition of the two standards. But there’s more. We believe this information should reach lift users too. How? With an animation, given the high

anacam magaz ine d i A n d r e a C o d e b ò Non solo. Abbiamo pensato fosse necessario comunicare queste informazioni anche a chi utilizza gli ascensori. Come? La scelta è ricaduta sul cartone animato, visto l’alto valore comunicativo di questo strumento espressivo che riesce a veicolare contenuti importanti con immediatezza e leggerezza. Il cartone animato è stato condiviso con tutte le aziende associate, le associazioni di amministratori, con gli Enti notificati, sui canali social e naturalmente sul sito dell’Associazione. Protagonista, un tecnico manutentore con la divisa di Anacam che spiega a grandi linee cosa può implicare l’ammodernamento di un impianto installato prima del 2000. Insomma, questo cartoon rappresenta una sorta di tappa di avvicinamento alle norme per chi non è del settore, per chi l’ascensore lo prende tutti i giorni e non sa che c’è modo di eliminare il gradino che si forma al piano di sbarco, di non far chiudere la porta dell’ascensore mentre si sta entrando o uscendo dall’impianto o di chiedere soccorso direttamente alla società che si occupa della manutenzione se si rimane chiusi in cabina semplicemente schiacciando il pulsante di allarme presente sulla bottoniera. La cultura della sicurezza passa anche da un’informazione generalizzata sui rischi e sui sistemi per ridurli. L’impegno di Anacam va da sempre in questa direzione. communicative value of this medium which manages to convey important content in a swift, light-hearted manner. The animation was shared with all associated companies, administrators’ associations, with notified bodies, on social channels and of course on the Association’s website. The protagonist is a maintenance technician wearing the Anacam uniform who explains the implications of the modernizing a lift installed before the year 2000. Everyday lift users who are not aware that the step on the landing floor can be removed, that the lift door shouldn’t be closed while entering or leaving, or to ask assistance directly to the maintenance company by simply pressing the alarm button on the control panel in case you’re stuck. The culture of safety also includes generalized information on risks and ways to reduce them. Anacam’s has always been committed to work in this direction. 6

Trent’anni fa la prima norma per la sicurezza e la modernizzazione L’ascensore fu visto nel suo insieme, una macchina costituita da componenti elettrici e meccanici altri più performanti che permettono di garantire maggior affidabilità e sicurezza. Lo sguardo del legislatore dapprima si è focalizzato sul particolare per poi abbracciare una visione d’insieme dell’ascensore. Il primo step è stato, quindi, quello di passare dalla riparazione del singolo componente alla sua sostituzione. Successivamente, per i componenti che svolgono lo stesso compito (per esempio i dispositivi di blocco delle porte di piano) è stata valutata l’opportunità di una loro sostituzione contemporanea. Infine, guardando la macchina nella sua globalità e considerando la possibilità di poter disporre di componentistica più evoluta, la norma dà indicazioni su come procedere nel caso di interventi più significativi quali la sostituzione dell’impianto elettrico, la sostituzione del gruppo di sollevamento (argano completo di nuovo supporto di sostegno e le relative funi di trazione), la sostituzione degli automatismi di piano, l’aumento di una fermata e così via. Nel frattempo, dopo il ‘99, le norme, non essendo più “cristallizzate” in una legge, hanno avuto un’evoluzione molto più rapida rispetto al periodo precedente, per stare al passo del notevole sviluppo tecnologico e della crescita del livello di sicurezzacheoggivienerichiesto.Questo ha comportato un lavoro continuo di aggiornamento della norma stessa negli anni successivi, con l’obiettivo di dare istruzioni precise su come procedere alle riparazioni e/o modernizzazioni elevando per quanto possibile il livello di sicurezza allo standard attuale presente sugli impianti di nuova installazione. Oggi, grazie al supporto normativo e alla professionalità degli operatori del settore, possiamo affermare che l’ascensore continua a essere considerato, nel settore dei trasporti, la macchina più sicura a disposizione dell’utente. sono passati ormai 30 anni da quando feci presente all’allora presidente della Commissione tecnica ascensori dell’UNI, l’ingegner Luciano Bressan, la necessità di approntare una norma tecnica che regolamentasse gli ascensori già in servizio, ma bisognosi di interventi di riparazione e/o modernizzazione. Era il gennaio 1992. La proposta piacque e sotto la guida dell’ingegner Luigi Sturchio, in qualità di coordinatore del gruppo di lavoro, una prima edizione fu pubblicata il 30 settembre 1994. Quel giorno segnò l’inizio di un nuovo cammino. In un contesto dove gli operatori del settore erano abituati a riparare le lamelle del contatto del catenaccio della serratura, a limare la pastiglia ricoperta d’argento ormai consumata della molletta del relè, a piegare la lamella del contatto dell’invertitore per migliorare la fermata del classico impianto elettrico a una velocità, la norma tendeva a far presente che l’ascensore deve essere visto nel suo insieme come una macchina costituita da componenti meccanici ed elettrici che, se efficienti, sono in grado di garantire sì un corretto ma soprattutto un sicuro funzionamento. La sicurezza è un aspetto fondamentale, trattandosi di una macchina a disposizione di tutti. Riparare ma anche sostituire i componenti usurati con 8 NUOVE UNI 10411 - 1 & 2 d i R o b e r t o C o r r a d i n i L’ascensore è la macchina più sicura a disposizione dell’utente The lift is the safest machine available to the user

has now been 30 years since I pointed out to the former president of the UNI Lift Technical Commission, Luciano Bressan, the need to prepare a technical standard to regulate the lifts in service but requiring repairs and / or modernization. It was January 1992. The proposal was appreciated and lead by Luigi Sturchio, the coordinator of the working group, a first edition was published on 30 September 1994. That day marked the beginning of a new path. In a context where operators in the sector were used to repairing the contact strips of the lock bolt, to file the worn silvercoated pad of the relay clip, to bend the lamella of the inverter contact to improve the stop of the classic electrical system at one speed, the standard tended to point out that the lift must be seen as a whole, a machine comprised of It The first regulation for safety and modernization dates back to thirty years ago The lift was seen as a machine made up of electrical and mechanical components 9

NUOVE UNI 10411 - 1 & 2 d i R o b e r t o C o r r a d i n i mechanical and electrical components, which are able to guarantee correct but above all safe operation. Safety is a fundamental aspect, since lifts are available to everyone. Repairing but also replacing worn components with more performing ones that ensure greater reliability and safety. The legislator first focused on details and then embraced an overall view of the lift. The first step was to move from repairing the single component to its replacement. Subsequently, for components performing similar tasks (for example the locking devices of the landing doors) the option of their simultaneous replacement was evaluated. Finally, looking at the machine as a whole and considering the possibility of having more advanced components, the standard gives indications on how to proceed in case of more significant works such as replacing the electrical system, replacing the lifting unit (the winch with its support and traction ropes), replacing the automatic floor devices, adding a stop and so on. In the meantime, after ‘99, the rules, no longer “crystallized” in a law, have evolved much more rapidly than in the previous period, to keep up with the notable technological development and the increase in the level of safety that is required today. This entailed continuous updating of the standard itself in subsequent years, with the aim of giving precise instructions on how to proceed with repairs and / or modernizations, raising the level of safety as far as possible to the current standard which can be found on newly installed systems. Today, thanks to the regulatory support and professionalism of the operators in the sector, we can say that the lift continues to be considered, in the transport sector, the safest machine available to the user. 10

È in arrivo.

ANAL ISI d i Pa o l o Tat t o l i UNI 10411: un’analisi delle modifiche più comuni UNI 10411: an examination of the most common changes Uno sguardo approfondito su alcuni rilevanti contenuti delle norme A n i n - d e p t h l o o k a t s o m e r e l e v a n t c o n t e n t o f t h e s t a n d a r d s

13 L’ intento di questo articolo è fare luce sulle norme UNI 10411-1:2021 e UNI 10411-2:2021 vista la necessità emersa da parte degli addetti del settore di approfondirne i contenuti. Va da sé che lo spazio a disposizione non consente un’analisi dettagliata; ecco perché abbiamo pensato di focalizzare l’attenzione sulle modifiche che più comunemente vengono effettuate sugli ascensori. Speriamo possa essere, comunque, un valido strumento di lavoro. Si ricorda che nei testi delle due norme sono stati aggiornati i riferimenti normativi alle UNI EN 81-20:2020 e UNI EN 81-50:2020. 11.1 - Sostituzione del quadro di manovra Sono state aggiunte importanti indicazioni che tengono conto dell’esperienza maturata dal 2014 e dei quasi incidenti segnalati. In primis occorre installare il dispositivo bidirezionale conforme alla norma UNI EN 81-28 (si può applicare sia la versione del 2004 che quella del 2018). Bisogna sostituire tutta la parte elettrica dell’impianto (conduttori, cavi, dispositivi, apparecchiature e serrature) tranne quando essa sia compatibile con gli eventuali nuovi valori di tensione e di corrente e tutti i conduttori elettrici (fissi e mobili) già installati siano provvisti di una marcatura. È necessario sostituire i dispositivi di blocco delle porte di piano preesistenti compresi quelli delle porte motorizzate se non compatibili con i nuovi valori di tensione e di corrente e occorre che il controllo elettrico della chiusura delle porte di piano sia o sia reso conforme ai punti 5.3.8.2, 5.3.9.4 e 5.3.10.1 della UNI EN 8120:2020. Se i contatti delle serrature sono accessibili al «dito di prova», la tensione non deve avere valori maggiori di 25 V c.a. o 50 V c.c. e/o raddrizzata. La compatibilità delle parti elettriche preesistenti con i nuovi valori di tensione e corrente deve essere attestata da dichiarazione del responsabile dell’esecuzione dellamodifica. In occasione della sostituzione del quadro di manovra, si applica il punto 5.6.2.2.1.6 a): il limitatore di velocità o un altro organo deve comandare, mediante un dispositivo elettrico di sicurezza conforme al punto 5.11.2 della UNI EN 81-20:2020 secondo cui l’arresto del macchinario deve avvenire prima che la velocità della cabina raggiunga, in salita o in discesa, la velocità di intervento del limitatore. Se già non presenti, occorre installare un interruttore generale di FMe uno di luce conformi al punto 5.10.1.1.1 della UNI EN 81-20. Bisogna garantire la precisione di arresto della cabina pari a ± 10 mm. È necessario installare sul tetto di cabina una pulsantiera di manutenzione conforme al punto 5.12.1.5 della UNI EN 81-20. Durante la manovra di ispezione, la velocità della cabina non deve superare 0,63 m/s. Deve essere disponibile un’illuminazione di emergenza con un alimentatore di emergenza a ricarica automatica capace di assicurare un’intensità di illuminazione di almeno 5 lux per 1 h nel centro del tetto della cabina, 1 m sopra il pavimento. Deve essere installato un limitatore del tempo di alimentazione del motore. Se non è presente sull’impianto un dispositivo di protezione contro i movimenti incontrollati della cabina a porte aperte, tutti gli elementi meccanici del freno che contribuiscono a esercitare l’azione frenante sul tamburo o sul disco devono essere installati in due esemplari. This article aims at shedding light on the UNI 104111: 2021 and UNI 10411-2: 2021 standards, given the sector operators desire to investigate their contents. It goes without saying that the limited space does not allow for a detailed analysis, which is why we decided to focus on the most common modifications in lifts. But we hope this will be a valid working tool nonetheless. Please note that in the texts of the two standards, the regulatory references to UNI EN 81-20: 2020 and UNI EN 81-50: 2020 have been updated. 11.1 - Control panel replacement Important indications have been added taking into account the experience gained since 2014 and the reported near misses. First of all, it is necessary to install the bidirectional device compliant with the UNI EN 81-28 standard (both the 2004 and 2018 versions can be applied). All the electrical parts of the system (conductors, cables, devices, equipment and locks)must be replaced except when it is compatible with the new voltage and current values and all the already installed electrical conductors (fixed and mobile) are equipped with a marking. The locking devices of the pre-existing landing doors must be replaced, including the ones of the motorized doors if they are not compatible with the new voltage and current values and the electrical control of the landing doors closing must be compliant with points 5.3. 8.2, 5.3.9.4 and 5.3.10.1 of UNI EN 81-20: 2020. If the contacts of the locks are accessible to the “test finger”, the voltage must not exceed 25 V AC. or 50 V DC and / or straightened. The compatibility of the existing electrical parts with the new voltage and current values must be certified by the person carrying out the modification. When replacing the control panel, point 5.6.2.2.1.6 a) is applied: the speed limiter or another organ must control, by means of an electrical safety device compliant with point 5.11.2 of UNI EN 81-20 : 2020 according to which stopping must take place before the speed of the cabin reaches the intervention speed of the limiter. In case of its absence, a general FM switch and a light switch must be installed in compliance with point 5.10.1.1.1 of UNI EN 81-20.The stopping accuracy of the cabinmust be guaranteed at ± 10 mm. A maintenance push-button panel must be installed on the car roof in compliance with point 5.12.1.5 of UNI EN 8120. During the inspection, the car speed must not exceed 0.63 m / s. Emergency lighting must be available with an automatic recharging emergency power supply capable of ensuring a lighting intensity of at least 5 lux for 1 h in the center of the cabin roof, 1 m above the floor. An engine feed time limiter must be installed. If there is no protection device on the systemagainst uncontrolled movements of the cabin with open doors, all the mechanical elements of the brake that contribute to exerting the braking action on the drum or disc must be installed in two duplicates. If one of these elements does not act, a braking actionmust continue to be exerted on the brake drum or disc, sufficient to slow down the descending car loaded at full capacity. The opening of the brake, in normal operation, must be ensured by the permanent

ANAL ISI d i Pa o l o Tat t o l i Qualora uno di questi elementi non agisca, deve continuare a essere esercitata un’azione frenante sul tamburo o sul disco del freno, sufficiente a rallentare la corsa della cabina che viaggia in discesa con carico eguale alla portata. L’apertura del freno, in funzionamento normale, deve essere assicurata dall’azione permanente di una corrente elettrica. Qualora entrambi gli elementi meccanici del freno non dovessero aprirsi almeno durante la corsa della cabina senza carico in discesa, un dispositivo deve interrompere l’alimentazione del macchinario e lo deve mantenere disalimentato al più tardi al raggiungimento del piano di destinazione. Il dispositivo citato nel paragrafo precedente, non è detto che sia un contatto elettrico; può essere anche un dispositivo di tempo corsa massimo oppure un controllo inverter dell’assorbimento degli ampere. Il nucleo del solenoide è considerato parte meccanica, mentre non è considerata tale la bobina del solenoide stesso. La modifica dei ceppi frenanti può essere effettuata in modo “artigianale” con l’emissione di una dichiarazione da parte di chi esegue la modifica delle ganasce che, quindi, è responsabile della modifica stessa (Appendice C – punto 11.1). Il ritorno in servizio normale deve essere possibile solo mediante un resettaggio manuale. Se la cabina ha le porte, il pulsante ALT deve essere rimosso e, in caso di porta di cabina motorizzata, deve essere installato il pulsante di apertura porta. Qualora la cabina abbia accessi sprovvisti di porta, il pulsante ALT in cabina non deve essere rimosso. 11.2 - Sostituzione o aggiunta di componenti al quadro di manovra, con o senza variazioni dello schema Non è consentita l’aggiunta di un inverter in un quadro di manovra sprovvisto. Se si sostituisce un inverter occorre garantire che se non è presente sull’impianto un dispositivo di protezione contro i movimenti incontrollati della cabina a porte aperte, tutti gli elementi meccanici del freno che contribuiscono a esercitare l’azione frenate sul tamburo o sul disco devono essere installati in due esemplari. Qualora uno di detti elementi non agisca, deve continuare a essere esercitata un’azione frenante sul tamburo o sul disco del freno, sufficiente a rallentare la corsa della cabina che viaggia in discesa con carico eguale alla portata. 12 - Sostituzione e/o aggiunta di uno o più meccanismi delle porte di cabina e/o di piano e/o di uno o più dispositivi di blocco delle porte di piano I nuovi dispositivi di blocco delle porte di piano devono essere muniti di un certificatodi esame del Tipoo analogodocumento (non si può più sostituire un dispositivo di blocco con altro non certificato). In caso di porte motorizzate si applicano anche i punti 5.3.6.2 (porte motorizzate) e 5.3.6.3 (inversione del movimento di chiusura ovvero pulsante apertura porte) della UNI EN 81-20:2020. Si ammette che, in caso di porte di piano manuali e porte di cabina scorrevoli orizzontalmente, possa non essere installato il dispositivo di cui al punto 5.3.6.2.2.1 b), ossia la barriera di fotocellule, della UNI EN 81-20:2020. 13.1 - Sostituzione di porte di cabina a battente con altre scorrevoli orizzontalmente manuali Viene chiesto di garantire che la struttura e l’applicazione delle action of electric current. If both mechanical elements of the brake do not open at least in an empty descending car, a device must interrupt the power supply and must keep it disconnected at the latest upon reaching the destination floor.The devicementioned in the previous paragraph is not necessarily an electrical contact; it can also be a maximum travel time device or an inverter control of the ampere absorption. The core of the solenoid is considered a mechanical part, while the coil of the solenoid itself is not considered as such.Themodification of the brake shoes can be carried out in a “traditional way” with a declaration by the person carrying out the modification of the brake shoes who, therefore, is responsible for the modification itself (Appendix C - point 11.1). Returning to normal service must only be possible by means of amanual reset. If the car has doors, the ALT button must be removed and, in the case of a motorized car door, the door opening button must be installed. If the car has entrances without a door, the ALT button in the car must not be removed. 11.2 - Replacement or addition of components to the control panel, with or without changes to the layout It is not allowed to add an inverter to a lacking control panel. If an inverter is replaced, if there is no protection device on the systemagainst uncontrolledmovements of the car with the doors open, all the mechanical elements of the brake which contribute to exerting the braking action on the drum or disc must be installed in two copies. If one of these elements does not act, a braking actionmust continue to be exerted on the brake drumor disc, sufficient to slow down the descending car at full capacity. 12 - Replacement and / or addition of one or more car and / or landing door mechanisms and / or one or more landing door locking devices The new landing door locking devices must be equipped with a Type examination certificate or similar document (it is no longer possible to replace a locking device with another non-certified one). In the case of motorized doors, points 5.3.6.2 (motorized doors) and 5.3.6.3 (inversion of the closing movement or door opening button) of UNI EN 81-20: 2020 also apply. In case of manual landing doors and horizontally sliding car doors, the device referred to in point 5.3.6.2.2.1 b), i.e. the photocell barrier, of UNI EN 81-20: 2020 may not be installed. 13.1 - Replacement of hinged car doors with horizontally sliding manual doors The structure and application of the new car doors must comply with the applicable requirements of the entire point 5.3 of UNI EN 81-20: 2020 excluding point 5.3.15.2. We ask you to consider the aspects related to the free spaces in the headroomand the car apron. With regard to the apron, the UNI 10411-1: 2021 standard establishes that when replacing one or more car doors, the apron below the car threshold must comply with point 5.4.5 of UNI EN 81-20: 2020. Also in this case, if the configuration of the places does not allow it, UNI EN 81-21: 2018 takes the field and the apron must be made in compliance with point 5.8 of UNI EN 81-21: 2018. 13.2 - Replacement of hinged car doors with motorized horizontally sliding ones For car doors replacement withmotorized (or automatic) doors, 14

nuove porte di cabina siano conformi ai requisiti applicabili dell’intero punto 5.3 della UNI EN 81-20:2020 con esclusione del punto 5.3.15.2. Si chiede di considerare gli aspetti legati agli spazi liberi in testata e il grembiule della cabina. Relativamente al grembiule, la norma UNI 10411-1:2021 stabilisce che in occasione della sostituzione di una o più porte di cabina, il grembiule sotto la soglia di cabina deve soddisfare il punto 5.4.5 della UNI EN 81-20:2020. Anche in questo caso, qualora la configurazione dei luoghi non lo permetta, scende in campo la UNI EN 81-21:2018 e il grembiule deve essere realizzato nel rispetto del punto 5.8 della UNI EN 81-21:2018. 13.2 - Sostituzione di porte di cabina a battente con altre scorrevoli orizzontalmente motorizzate Nel caso di sostituzione delle porte di cabina con porte motorizzate (o automatiche), la norma UNI 10411-1:2021 chiede il rispetto di quanto visto a proposito delle porte manuali. In più, come già la UNI 10411-1:2014, vengono aggiunte le prescrizioni relative alle porte motorizzate. Il dispositivo di protezione di cui al punto 5.3.6.2.2.1 b) [barriera fotocellule] della UNI EN 81-20:2020 può non essere installato in caso di porte di piano manuali. In cabina deve essere installato un pulsante per la riapertura delle porte ed eliminato l’eventuale pulsante di ALT. Punto 14 - Sostituzione della macchina o della sola puleggia di frizione A questo capitolo, che nell’edizione 2014 si intitolava semplicemente “Sostituzione dell’argano”, è stato aggiunto che, in assenza di un dispositivo di protezione contro i movimenti incontrollati della cabina a porte aperte conforme al punto 5.6.7 della UNI EN 81-20:2020 e in presenza di un dispositivo di rallentamento controllato dell’ascensore, l’apertura del freno, in funzionamento normale, deve essere assicurata dall’azione permanente di una corrente elettrica. Qualora entrambi gli elementi meccanici del freno non dovessero aprirsi almeno durante la corsa della cabina senza carico in discesa, un dispositivo deve interrompere l’alimentazione del macchinario e lo deve mantenere disalimentato al più tardi al raggiungimento del piano di destinazione. Il ritorno in servizio normale deve essere possibile solo mediante un resettaggio manuale. Dopo un’interruzione dell’alimentazione, non è necessario che il macchinario resti fermo quando l’alimentazione si ripristina. Punto 21 -Modifica sostanziale dell’impianto nel vano di corsa preesistente Per modifica sostanziale dell’impianto nel vano di corsa preesistente, si intende la sostituzione contemporanea dei principali componenti dell’ascensore e cioè quadro di manovra, macchina, una o più porte di piano, cabina e intelaiatura della cabina, mantenendo il macchinario in un suo locale specifico. Per decidere quando un intervento si configura come modifica piuttosto che come nuova installazione, occorre fare riferimento a quanto indicato nella Guida all’applicazione della Direttiva Ascensori 95/16/CE nel terzo paragrafo del punto 17. È nuova installazione quando trattasi di: • ascensori installati in edifici nuovi; the UNI 10411-1: 2021 standard requires compliance similar to the one regarding manual doors. In addition, as already with UNI 10411-1: 2014, the provisions relating to motorized doors are added. The protection device referred to in point 5.3.6.2.2.1 b) [photocell barrier] of UNI EN 81-20: 2020 may not be installed in the case of manual landing doors. A button to reopen the doors must be installed in the cabin and any ALT button must be eliminated. Point 14 - Replacing the machine or just the friction pulley The 2014 edition of this chapter simply entitled “Winch Replacement”, was complimented with; in the absence of a protection device against uncontrolled movements of the car with open doors in compliance with point 5.6.7 of UNI EN 81 -20: 2020 and in the presence of a controlled deceleration device of the lift, the opening of the brake, in normal operation, must be ensured by the permanent action of an electric current. If both mechanical elements of the brake do not open at least during descent without load, a device must interrupt the power supply of the machinery and must keep it disconnected at the latest upon reaching the destination floor. Return to normal service must only be possible by means of a manual reset. After a power outage, it is not necessary for the machine to be stationary when the power is restored. Point 21 - Substantial modification of the system in the preexisting shaft By substantial modification of the system in the pre-existing shaft, we mean the simultaneous replacement of the main components of the lift, i.e. control panel, machine, one or more landing doors, car and car frame, while keeping the machine in its own specific room. To decide when an intervention is configured as a modification rather than as a new installation, refer towhat is indicated in the 15

ANAL ISI d i Pa o l o Tat t o l i •ascensori installati in edifici esistenti; •ascensori installati in vani di corsa esistenti, in sostituzione di ascensori esistenti, compreso il caso nel quale si mantengono le guide esistenti e i loro fissaggi oppure i soli fissaggi. Nel caso di modifica sono previste alcune deroghe che nascono per l’impossibilità a soddisfare alcuni requisiti della UNI EN 81-20:2020 a causa della configurazione dei luoghi o per vincoli strutturali dell’edificio. Ecco allora che può essere applicata la UNI EN 81-21:2018: •relativamente alla massima distanza ammessa tra le soglie di due porte del vano consecutive, che può essere non maggiore di quella preesistente; in tal caso devono essere assicurate idonee apparecchiature per il soccorso e fornite le relative istruzioni; •relativamente all’impossibilità di soddisfare il requisito del punto 5.2.6.4.2.2 della UNI EN 81-20:2020 riguardante l’altezza minima del locale delle pulegge di rinvio, il tetto del locale può essere mobile, facilmente apribile e le operazioni di ispezione possono essere effettuate con il tetto aperto, purché siano adottate misure per impedire che persone non autorizzate entrino nella zona pericolosa e sia garantito di poter operare in condizioni di sicurezza in qualsiasi condizione climatica; •relativamente all’areazione del vano di corsa, del locale del macchinario e del locale delle pulegge di rinvio preesistente, questa può essere mantenuta, fermo restando che la temperatura di detti locali sia contenuta entro i limiti compatibili con il corretto funzionamento delle nuove apparecchiature; •relativamente alle superfici delle pareti, dei pavimenti e dei soffitti del vano corsa e del locale del macchinario e/o delle pulegge di rinvio, queste devono essere rispondenti almeno a quanto richiesto dalle norme vigenti all’atto della prima installazione avendo cura, laddove non già provveduto a proteggere la fossa contro infiltrazioni di acqua; •relativamente ai percorsi preesistenti per accedere al locale del macchinario e/o delle pulegge di rinvio, questi sono accettati come è accettato l’accesso preesistente attraverso locali privati gravati da servitù perpetua e irrevocabile. Punto 23 - Dispositivo di allarme di emergenza Il nuovo dispositivo di allarme di emergenza deve essere conforme al punto 5.12.3.1 della UNI EN 81-20:2020 che rimanda alla UNI EN 81-28:2004. Si ammette che esso possa essere, in alternativa, conforme alla UNI EN 81-28:2019. Punto 24 - Parapetto Il punto 24 è completamente nuovo. Nel caso di installazione di nuovo parapetto sul tetto di cabina, occorre garantire: • un volume di rifugio almeno pari a quello preesistente; • le dimensioni del parapetto pari a quelle indicate nel punto 5.4.7.4 della UNI EN 81-20:2020. Come già in altre situazioni, solo quando la configurazione dei luoghi non permette di soddisfare il punto 5.2.5.7 della UNI EN 81- 20:2020, si applica il punto 5.6 della UNI EN 81-21:2018. Guide for the application of the Lift Directive 95/16 / EC in the third paragraph of point 17. It is a new •installation when it concerns: •lifts installed in new buildings; •lifts installed in existing buildings; •lifts installed in existing shafts, replacing existing lifts, including the case in which the existing guides and their fixings (or only fixings) are kept. In the event of a change, some exceptions are envisaged that arise due to the impossibility of meeting certain requirements of UNI EN 81-20: 2020 due to the configuration of the places or due to structural constraints of the building. So UNI EN 81-21: 2018 can be applied: •for the maximum distance allowed between the thresholds of two consecutive compartment doors, which can be no greater than the pre-existing one; in this case, suitable rescue equipment must be ensured and the relative instructions provided; •in relation to the impossibility of satisfying the requirement of point 5.2.6.4.2.2 of UNI EN 81-20: 2020 concerning the minimum height of the deflection pulley room, the roof of the room can be mobile, easy to open and the inspection operations can be carried out with an open roof, provided that measures are taken to prevent unauthorized persons from entering the dangerous area, as well as ensuring that they can operate safely in any weather condition; •with regard to the ventilation of the shaft, the machine room and the pre-existing return pulley room, this can be maintained, provided that the temperature of these rooms is contained within the limits compatible with the correct operation of the new equipment; •with regard to the surfaces of the walls, floors and ceilings of the shaft and of the machine room and / or of the transmission pulleys, they must comply at least with what is required by the regulations in force at the time of first installation, protect the pit against water infiltration; •with regard to pre-existing routes to access the machine and / or return pulleys room, which are accepted as pre-existing access to private premises burdened by perpetual and irrevocable right of way. Point 23 - Emergency alarm device The new emergency alarm device must comply with point 5.12.3.1 of UNI EN 81-20: 2020 which refers to UNI EN 8128: 2004.It can alternatively be compliant with UNI EN 81-28: 2019. Point 24 - Parapet Point 24 is completely new. In case of installation of a new parapet on the car roof, it is necessary to ensure: •a shelter volume at least equal to the pre-existing one; •the parapet size equal to those indicated in point 5.4.7.4 of UNI EN 81-20: 2020. As in other situations, only when the configuration of the places does not allow to satisfy point 5.2.5.7 of UNI EN 81-20: 2020, point 5.6 of UNI EN 81-21: 201 applies. 16

Un Vademecum con gli aspetti più rilevanti delle due norme UNI 10411-1:2021 e UNI 10411-2:2021 Quali sono i punti principali delleUNI 10411-1:2021 e UNI 10411-2:2021? Vi proponiamo due tabelle, non esaustive ma essenziali, che presentano gli aspetti più rilevanti delle due norme, alla luce delle novità introdotte dalla nuova edizione. Questo lavoro vuole rappresentare una sorta di check list da tenere presente quando si deve eseguire l’ammodernamento di un impianto o per verificare la completezza di un preventivo. Va da sé che per una corretta applicazione dellenorme, ènecessario leggerne e studiarne il testocompleto. Il filo conduttore di entrambe le norme è che la valutazione del livello di sicurezza dell’ascensore, a seguito di una modifica, deve tener conto della sicurezza garantita dal componente modificato, di quella garantita da tutti i componenti influenzati dalla modifica e della sicurezza globale dell’ascensore modificato. Si fa presente che tutte le richieste di chiarimenti emesse dall’UNI e riferite a edizioni precedenti sono superate e che entrambe le norme possono non essere applicate fino a un anno dalla data della loro pubblicazione, per gli ordini approvati formalmente fino al 29 settembre 2021. Una check list per gli ammodernamenti e i preventivi 18 VADEMECUM d i R c

19 Vademecum UNI 10411-1:2021 Parte 1: Ascensori elettrici non conformi alla Direttiva Ascensori Capitolo Argomento Punti principali 5 Variazione del carico sulla struttura portante • In caso di variazione del carico sulle strutture portanti deve essere verificata la loro idoneità 6 Variazione del carico statico • Per variazioni del carico superiori ai valorimassimi riportati nel prospetto 1 della norma necessita: - Verifica del coefficiente di sicurezza delle funi - Verifica strutture portanti - Installazione idonei ammortizzatori sotto la cabina - Verifica idoneità guide cabina - Verifica idoneità paracadute - Verifica idoneità del gruppo limitatore - Verifica idoneità intelaiatura (arcata) - Verifica idoneità macchina -Installazione di un dispositivo di controllo del carico - Installazione dispositivo controllo eccesso di velocità della cabina in salita - Installazione di guide rigide al contrappeso - Installazione di una difesa in fossa a protezione dell’area percorsa dal contrappeso - Valutare accorgimenti nel caso di spazi accessibili situati sotto il vano di corsa • Per variazioni del carico superiori ai valori massimi riportati nel prospetto 2 della norma necessita: - Installazione idonei ammortizzatori sotto il contrappeso - Verifica idoneità guide contrappeso - Valutare accorgimenti nel caso di spazi accessibili situati sotto il vano corsa 8 Spostamento o modifica del locale del macchinario • In caso di spostamento o modifica del locale del macchinario: - Mantenere l’uso esclusivo - Valutare resistenza pareti, ventilazione, illuminazione - Problematica spostamento dei materiali - Necessità di protezioni metalliche sulle parti rotanti - Regolarizzazione quadro interruttori - Spazi di manutenzione regolamentari - Accessibilità mediante un percorso diretto agevole e sicuro 11 Sostituzione del quadro di manovra • La sostituzione del quadro di manovra richiede: - Installazione del dispositivo bidirezionale di comunicazione ai sensi della norma UNI EN 81-28 - Installazione dell’illuminazione di emergenza sul tetto di cabina - Installazione del limitatore del tempo di alimentazione del motore - La sostituzionedelle linee elettrichenel caso che i conduttori siano sprovvisti dimarcatura - La regolarizzazione e/o sostituzionedei dispositivi di blocco siaper porteabattente sia per porte scorrevoli - Installazione dispositivo controllo eccesso di velocità della cabina in salita - Garantire la precisione di fermata della cabina al piano - In assenza del dispositivo di protezione contro i movimenti incontrollati il gruppo freno deve avere gli elementi meccanici indipendenti e un dispositivo deve controllare il movimento di apertura dello stesso - Rimozione del pulsante di ALT tranne che per impianti senza porte di cabina - Installazione pulsante di arresto entro 1 m dal macchinario 12 Sostituzione dei dispositivi di blocco delle porte di piano • Il nuovo dispositivo di blocco, anche se trattasi di singola sostituzione, deve essere munito del certificato di tipo • Lo stazionamento al piano deve avvenire a porte chiuse a meno che l’impianto non sia dotato del dispositivo contro i movimenti incontrollati • Nel caso di porte motorizzate deve essere installato il dispositivo a barriera a protezione del movimento di chiusura delle porte 14 Sostituzione del macchinario • In occasione della sostituzione della macchina: - Verifica del coefficiente di sicurezza delle funi - Verifica della stabilità allo scorrimento - Verifica della pressione specifica - Installare il limitatore di tempo di alimentazione del motore - Installare undispositivo elettrico che controlli l’eccesso di velocità in salita della cabina - Installare undispositivo di arresto a una distanza non superiore a 1mdalmacchinario - Valutare la necessità di protezioni metalliche in prossimità di parti rotanti - Prevedere un dispositivo che controlli l’apertura del freno 15 Variazione della velocità nominale • Nel caso di aumento della velocità maggiore del 5%: - Installare idonei ammortizzatori in fossa - Verificare l’idoneità del paracadute alla nuova velocità - Installare dispositivo elettrico di controllo dell’eccesso di velocità della cabina in salita - Il contrappeso deve essere guidato rigidamente - Necessita installare una difesa in fossa a protezione dell’area percorsa dal contrappeso - Tarare a 0,63 m/s la velocità max in manutenzione - La cabina deve essere dotata di porte - Verifica rispondenza spazi liberi agli estremi della corsa - Verifica idoneità del limitatore alla nuova velocità - Garantire la precisione della fermata al piano e il relativo livellamento 21 Modifica sostanziale dell’impianto • Un ascensore preesistente in caso di modifica non è considerato nuova installazione se: - È mantenuto lo stesso vano corsa - È mantenuto lo stesso locale del macchinario - Sono mantenute in opera le guide esistenti e i loro fissaggi o solo i fissaggi - È mantenuto in opera un componente significativo 22 Sostituzione della cabina nella stessa intelaiatura • In caso di sostituzione della cabina - La nuova cabina deve essere dotata di porte - Nella fossa deve essere installata una presa di corrente - Sul tetto della nuova cabina deve essere installata la fascia fermapiede e deve essere previsto un parapetto per distanze dalle pareti del vano maggiori di 0,30 m - Deve essere disponibile una illuminazione di emergenza in cabina e sul tetto di cabina - Deve essere installato un dispositivo di controllo del carico

20 Vademecum UNI 10411-2:2021 Parte 2: Ascensori idraulici non conformi alla Direttiva Ascensori Capitolo Argomento Punti principali 5 Variazione del carico sulla struttura portante • In caso di variazione del carico sulle strutture portanti deve essere verificata la loro idoneità 6 Variazione del carico statico • Per variazioni del carico superiori ai valori massimi riportati nel prospetto 1 della norma necessita: -Verifica del coefficiente di sicurezza delle funi -Verifica strutture portanti -Installazione idonei ammortizzatori sotto la cabina -Verifica idoneità guide cabina -Verifica idoneità paracadute -Verifica idoneità del gruppo limitatore se esistente -Verifica idoneità gruppo cilindro-pistone -Verifica idoneità valvola di blocco -Verifica taratura valvola di sovrapressione -Verifica idoneità intelaiatura (arcata) -Verifica idoneità macchinario in relazione ai nuovi carichi -Installazione di un dispositivo di controllo del carico 8 Spostamento o modifica del locale del macchinario • In caso di spostamento o modifica del locale del macchinario: -Mantenere l’uso esclusivo -Valutare resistenza pareti, ventilazione, illuminazione -Problematica spostamento dei materiali -Regolarizzazione quadro interruttori -Spazi di manutenzione regolamentari -Accessibilità mediante un percorso diretto agevole e sicuro 11 Sostituzione del quadro di manovra • La sostituzione del quadro di manovra richiede: -Installazione del dispositivo bidirezionale di comunicazione ai sensi della norma UNI EN 81-28 -Installazione dell’illuminazione di emergenza sul tetto di cabina -Installazione del limitatore del tempo di alimentazione del motore -La sostituzionedelle linee elettrichenel caso che i conduttori siano sprovvisti dimarcatura -La regolarizzazione e/o sostituzione dei dispositivi di blocco sia per porte a battente sia per porte scorrevoli -Garantire la precisione di fermata della cabina al piano -Rimozione del pulsante di ALT tranne che per impianti senza porte di cabina -Regolarizzazionedell’interruttoredi extracorsa superioreper ascensori adazionediretta -Ottemperare al prospetto 12 della norma UNI EN 81-20 - Installazione pulsante di arresto entro 1 m dal macchinario 12 Sostituzione dei dispositivi di blocco delle porte di piano • Il nuovo dispositivo di blocco, anche se trattasi di singola sostituzione, deve essere munito del certificato di tipo • Lo stazionamento al piano deve avvenire a porte chiuse a meno che l’impianto non sia dotato del dispositivo contro i movimenti incontrollati • Nel caso di porte motorizzate, deve essere installato il dispositivo a barriera a protezione del movimento di chiusura delle porte 14 Sostituzione delle apparecchiature idrauliche – Sostituzione della macchina • Verifica dimensionamento pistone-cilindro • Regolarizzazione tubazioni idrauliche con l’applicazione della saracinesca, se non già esistente • Ottemperare al prospetto 12 della norma UNI EN 81-20 • Regolarizzare valvola di blocco • Verifica taratura valvola di sovrapressione • In caso di sostituzione dellamacchina prevedere dispositivi contro lo sversamento dell’olio 15 Variazione della velocità nominale • Nel caso di aumento della velocità in salita maggiore del 5%: -Installare idonei ammortizzatori in fossa -Verificare l’idoneità del paracadute alla nuova velocità -Tarare a 0,63 m/s la velocità max in manutenzione -La cabina deve essere dotata di porte -Verifica rispondenza spazi liberi agli estremi della corsa -Verifica idoneità del limitatore alla nuova velocità se installato -Garantire la precisione della fermata al piano e il relativo livellamento -Regolarizzare valvola di blocco • Nel caso di aumento della velocità in salita maggiore del 15%: -Tarare 0,63 m/s la velocità max in manutenzione -La cabina deve essere dotata di porte -Verificare spazi liberi agli estremi della corsa -Regolarizzare l’interruttore di extracorsa negli ascensori ad azione indiretta -Verificare l’arresto del pistone con effetto ammortizzato -Garantire la precisione della fermata al piano e il relativo livellamento 21 Modifica sostanziale dell’impianto • Un ascensore preesistente in caso di modifica non è considerato nuova installazione se: -È mantenuto lo stesso vano corsa -È mantenuto lo stesso locale del macchinario -Sono mantenute in opera le guide esistenti e i loro fissaggi o solo i fissaggi -È mantenuto in opera un componente significativo 22 Sostituzione della cabina nella stessa intelaiatura • In caso di sostituzione della cabina: -La nuova cabina deve essere dotata di porte -Nella fossa deve essere installata una presa di corrente -Sul tetto della nuova cabina deve essere installata la fascia fermapiede e deve essere previsto un parapetto per distanze dalle pareti del vano maggiori di 0,30 m -Deve essere disponibile una illuminazione di emergenza in cabina e sul tetto di cabina - Deve essere installato un dispositivo di controllo del carico VADEMECUM d i R c

A check list for modernizations and quotations 21 common thread of both standards is that the assessment of the safety level of the lift, following a modification, must take into account the safety guaranteed by the modified component, the safety level of all the components affected by the modification and the overall safety of the modified lift. Please note that all requests for clarification issued by UNI and referring to previous editions are outdated and that both rules may not be applied for up to one year from the date of their publication, for orders formally approved until 29 September 2021. What are the main points of UNI 10411-1: 2021 and UNI 10411-2: 2021?The two tables below, which are essential and not complete, present the most relevant aspects of the two regulations, in light of the innovations introducedby the newedition.Thiswork, carriedout by engineer Corradini, is intended to represent a sort of checklist to keep in mind when modernizing a lift or to verify the completeness of a quote. It goes without saying that for a correct application of the rules, it is necessary to read and study their complete text. The AGUIDEwiththemostrelevantaspectsofthetwoUNI 10411-1:2021andUNI 10411-2:2021standards Guide to UNI 10411-1: 2021 Part 1: Electric lifts not compliant with the Lift Directive Chapter Topic Main points 5 Variation of the load on the supporting structure • In case of variation of the load on the load-bearing structures, their suitability must be checked 6 Static load variation • For load variations higher than themaximumvalues shown in in table 1 of the standard, it is necessary to: - Verify the safety coefficient of the ropes - Check bearing structures - Install of suitable shock absorbers under the cab - Verify suitability of cabin guides - Check parachute suitability - Check status of the limiter unit - Check status of the frame (arch) - Checkmachine status - Install a load control device - Install the device for controlling the excess speed of the car when going up - Install rigid guides to the counterweight - Install a pit defence to protect the area covered by the counterweight - Evaluate precautions in the case of accessible spaces located under the well • For loadvariations higher than themaximumvalues shown in table 2 of the standard, it is necessary to: - Install suitable shock absorbers under the counterweight - Check the status of counterweight guides - Evaluate precautions in the case of accessible spaces located under the shaft 8 Relocation or modification of the machine room • In case of displacement or modification of the machine room: - Maintain exclusive use - Evaluate resistance of walls, ventilation, lighting - Problem shifting of materials - Need for metal protections on rotating parts - Switch panel regularization - Regulatory maintenance spaces - Accessibility through an easy and safe direct route 11 Control panel Replacement • The replacement of the control panel requires: - Installationof thebidirectional communicationdevice inaccordancewithUNIEN81-28 - Installation of emergency lighting on the cabin roof - Installation of the engine power time limiter - Replacement of the power lines if the conductors are not marked - Action to bring into compliance and/or replacement of locking devices for both swing doors and sliding doors - Installation of the device for controlling the excess speed of the car when going up - Ensure the car’s stopping accuracy at the landing - Intheabsenceof theprotectiondeviceagainstuncontrolledmovements, thebrakeunitmusthave independentmechanical elementsandadevicemust control theopeningmovement - Removal of the ALT button except for systems without car doors - Installation of the emergency stop button within the distance of 1 m from the machine

RkJQdWJsaXNoZXIy NDUyNTU=